Così e’ difficile vincere. La rabbia di coach Vittorio

/, Senior/Così e’ difficile vincere. La rabbia di coach Vittorio

Sconfitta amara e secondo stop consecutivo per l’Amatori Catania. Prato indigesta dopo una gara nettamente alla portata degli etnei, ma decisa anche da un rosso a Bognanni a venti dalla fine che consegnava slancio ai padroni di casa. Una gara, però, che schiuma rabbia per le innumerevoli scelte del direttore di gara che ha nettamente limitato i tentativi dell’Amatori Catania con decisioni discutibili che toccano anche la gestione e misura dei cartellini.

Primo tempo tirato con Prato che partiva bene sfruttando una punizione e successivamente sfondava centrando la prima meta del match, però non trasformata. L’Amatori però si scuoteva e centrava una doppia meta prima della chiusura del primo tempo con Cosentino e Mistretta, con Madero però che centrava i pali in una sola occasione, 8-12. Ma anche nel primo tempo le mischie venivano condotte male dall’arbitro che non consegnava l’essere dominante dell’Amatori.

Nella ripresa l’episodio, con il rosso frettoloso e poco decifrabile a Bognanni, inspiegabile. Prato sfruttando il momento a dieci dalla fine pescava la seconda meta e il calcio trasformato consegnava sorpasso, 15-12. L’Amatori ci provava, fino alla fine, ma non riusciva nonostante la pressione a trovare la punizione del possibile pari o la meta della vittoria. Un’autentica beffa, che esula l’aspetto tecnico messo da parte da decisioni che meritano attenzione da parte degli osservatori.

“Siamo veramente amareggiati – afferma coach Ezio Vittotio – sapete che non entro mai sulle decisioni arbitrali, ma oggi abbiamo assistito ad uno spettacolo assurdo. Abbiamo subito punizioni al contrario, non ci e’ stato permesso di essere dominanti in mischia e la gestione di decisioni e cartellini ha dell’inverosimile. Così non andiamo da nessuna parte e parlare dell’aspetto tecnico non ha senso. Oggi la mia squadra non ha perso per demeriti suoi”

2020-01-18T17:29:24+00:00Gennaio 18th, 2020|Generali, Senior|0 Comments

Leave A Comment